La metafisica sensuale ed elegante nella fotografia di Jonas Bjerre-Poulsen

L’architetto, art director e fotografo danese Jonas Bjerre-Poulsen la sa lunga sulla composizione dell’immagine e sull’estetica visiva. La sua fotografia è elegante, minimale, sensuale. Un b/n audace e affascinante, una metafisica sospesa tra poesia e realtà. Una ricerca sottile, tra gli oggetti quotidiani, la natura, l’ambiente che si vive, di significati metaforici, per astrarre l’oggetto/soggetto dalla realtà, così come egli stesso afferma:

“A sphere is a timelessshape, it appeals to people regardless of cultural preferences”

Composizioni perfette costruite sapientemente con le regole dell’architettura qui applicata all’immagine. Un lavoro ineccepibile, un’eleganza morbida, una riflessione sulle forme che le rende racconto, fatto di poche linee in perfetto equilibrio, e per questo potente, un racconto che è sintesi perfetta dell’anima.