La natura minimale e poetica nello sguardo di Arha

Aver scoperto il fotografo giapponese Arha, nella giungla del web, è stato come ricevere una carezza. Dopo aver letto la sua biografia, poi, non potevo che innamorarmi di lui. Su M’arte non poteva mancare.

arha = ah. When we moved, when we feel, when reminded something. We mutter ‘ah’

La delicatezza del suo sguardo si esprime in una fotografia minimale, monocroma, quasi trasparente. Una natura fragile, una composizione che come un haiku narra, in forma di poesia, l’essenziale. Mi regala quell’emozione delicata che quando mi attraversa mi fa esclamare: “Ah! esiste, eccola”, proprio come il suo nome ce lo(la) ricorda. ‘Ah’.

Grazie Arha per questa gentile tua arte!

site web: arha.jp